Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2013

Interpellanza: Adeguamento comune di Rosà D.Lgs. n. 33/2013

Interpellanza: Adeguamento comune di Rosà D.Lgs. n. 33/2013 “ Riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”  Il decreto si compone di numero 53 articoli ed un allegato con il quale vengono dettati i principi di trasparenza definita ai sensi dell’art.1 come l’accessibilità totale delle informazioni concernenti l’organizzazione e l’attività delle pubbliche amministrazioni allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche che viene posta a garanzia delle libertà individuali e collettive, nonchè dei diritti civili, politici e sociali, inoltre integra il diritto ad una buona amministrazione per concorre alla realizzazione di un’amministrazione aperta, al servizio del cittadino. Il decreto ai sensi dell’art. 11 si applica alle Pubbliche Amministrazioni, alle società partecipate dalle Pubbliche Amministraz

Regolamento TARES e Piano Finanziario

Capiamo che questo regolamento è il frutto di un adegumento alla normativa nazionale e apprezziamo il fatto che volete applicare l’aliquota minima consentita e cioè lo 0,30 euro per ogni metro quadro di superficie imponibile tuttavia ci siamo più volte confrontati sull’argomento della gestione dei rifiuti a livello locale, regionale e nazionale e la vostra posizione è sempre stata a favore di questo sistema. Noi crediamo che si può fare di meglio sopratutto ponendosi come obiettivo i rifiuti 0 con il riciclo dei materiali. Siamo considerati tra i comuni più virtuosi d’Italia nella raccolta differenziata ma le bollette continuano a salire ...evidentemente c’è qualcosa che non va nella gestione. Il comportamento virtuoso dei comuni e dei cittadini dovrebbe essere premiato ma così non è. Proprio per questi motivi vorremmo che il comune di Rosà aderisca alla campagna lanciata dall’”Associazione Comuni Virtuosi”. Entro l’autunno l’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) deve ridefinir

Progetto orti sociali a Rosà

La creazione di orti urbani in varie città è stata una valida risposta per incentivare non solo la socialità nelle persone anziane ma anche il trasferimento delle competenze ai più giovani e quindi anche un impegno costruttivo del tempo libero. Inoltre rappresenterebbe un'ulteriore fonte di risparmio economico per gli attori coinvolti poiché aumenterebbe la produzione alimentare per il fabbisogno familiare conveniente a Km 0, in una fase storica come la nostra in cui l' apatia e le difficoltà economiche sono divenuti problemi sociali urgenti. L’ ampia dotazione di verde nel territorio comunale rende possibile trasformare queste aree in Orti Urbani. In questa maniera si potrebbero riqualificare aree trascurate, dimostrando una virtuosa utilità per tutta la comunità in termini di sostenibilità ambientale. Propostaorti

Mozione "Adesione del Comune di Rosà alla campagna di riconoscimento della sensibilita' chimica multipla quale malattia rara"

IL GRUPPO CONSILIARE DEL MOVIMENTO 5 STELLE DI ROSA’ INVITA IL CONSIGLIO COMUNALE DI ROSA’ A: - aderire alla campagna di riconoscimento della sensibilita' chimica multipla quale malattia rara - A sollecitare urgentemente: La presidenza della Regione Veneto e l’asessore alla Sanità della Regione Veneto affinchè venga accelerato l’iter procedurale per il riconoscimento della MCS come malattia sociale, e in particolare entro sessanta giorni, ampiamente trascorsi, la Giunta regionale, doveva individuare:   la sede del centro di riferimento per la cura della sensibilità chimica multipla;   gli ulteriori presidi destinati alla diagnosi e cura della sensibilità chimica multipla;   la dotazione organica e le risorse finanziarie necessarie al funzionamento dei presidi di cui al punto 2);   i criteri per l’esenzione dal ticket per la diagnosi della sensibilità chimica multipla e le terapie per la cura della stessa. - Inoltre chiediamo che questo consiglio comunale si attivi per l’org

Banchetti a Rosà 7-8 settembre: proteggiamo la Costituzione!

Il partito unico PD-PDL vuole cancellare l'articolo 138 della Costituzione e noi abbiamo il dovere di informare i cittadini con i nostri banchetti informativi. Siamo in piazza a Travettore sabato 7 dalle ore 20:30 alle ore 24:00, domenica 8 in piazza a Rosà dalle ore 8:00 alle ore 12:00. Vi aspettiamo!