Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2014

Quando Zonta “Natale” fa rima con Carnevale

Pensavamo fosse uno scherzo di Carnevale ed invece… apprendiamo che il Presidente del Consiglio comunale di Rosà, Natale Zonta, ha firmato la petizione contro la costruzione, a Rosà centro, del nuovo Polo scolastico. A pag 41 de “Il giornale di Vicenza” di Domenica 16/2/2014  si legge infatti che l’esponente della maggioranza leghista ha sottoscritto la petizione dei comitati delle due frazioni, diretta all’Amministrazione Comunale di Rosà, e finalizzata a richiedere lo spostamento del nuovo Polo scolastico tra i paesi di Cusinati e S. Pietro. In pratica Natale Zonta con la mano sinistra, in consiglio comunale vota a favore del Polo Scolastico a Rosà-centro e con la destra firma contro la sua stessa decisione ! Ci siamo chiesti: che siano solo problemi di memoria dello “stagionato” ?  Una riedizione rosatese in salsa verde-padano del caso Bruneri/Canella, noto anche come “ lo smemorato di Collegno” ? Oppure, visto il periodo carnascialesco, il buon Natale ha rispolverato la celebre com

Ammettetelo! Vi piace essere presi per il .... poLO

Vi chiudono le Scuole Elementari di Cusinati e S. Pietro e vi raccontano la favola del… “pol..LO scolastico”…a Rosà! Vi raccontano la balla che dei privati regalano al comune un’area di 17.000 mq per costruire la nuova scuola Poi invece si vanno a leggere le carte firmate dal Sindaco e si scopre che trattasi non di regalo, ma di perequazione: in pratica il privato cede al comune alcuni terreni, in cambio il comune lascia lottizzare altri terreni… un più normale: “Se io do una cosa a te, poi tu dai una cosa a me !”…. altro che gratis ! Risultato di questo gioco di parole: 1) Cusinati e S. Pietro resteranno senza Scuola Elementare; 2) Rosà centro avrà 2 Scuole elementari a distanza di 300m una dall’altra; 3) Pochi privati faranno “fortuna”: il loro pezzo di terra da agricolo si trasformerà in edificabile; 4) e pazienza se… tanti dovranno fare dai 5 ai 10 Km andata e ritorno per portare i loro ragazzi a Scuola; 5) e pazienza se tutti i residenti di Cusinati e San Pietro diventeranno peri