Passa ai contenuti principali

Finalmente una Piazza a Rosà dove trovarsi e in cui identificarsi


Alla domanda "quale sarà la prima azione se la vostra lista dovesse vincere?" noi rispondiamo così : "Toglieremo i cartelli stradali <<Comune della Padania>>. Scherzi a parte abbiamo un programma corposo e come prima cosa dovremo analizzare il bilancio comunale per capire come utilizzare al meglio le risorse disponibili."

Se vogliamo parlare del nostro slogan "E' tempo di nuovi spazi da vivere", non è casuale: a Rosà manca veramente un luogo da vivere, non esiste una piazza che possa definirsi tale. Gli eventi e le manifestazioni vengono tenute in luoghi diversi, proprio perché non ci sono gli spazi necessari ad ospitare le diverse attività. Molti cittadini con cui abbiamo parlato in questi ultimi mesi lamentano il fatto che mancano dei luoghi dove ci si possa riunire liberamente, senza dover ripiegare su strutture parrocchiali o di altro tipo che impongono dei vincoli sul tipo di attività che vi si possono svolgere. Il nostro obiettivo è colmare questo vuoto con uno spazio - non solo fisico - ad ovest del centro ma comunque nelle immediate vicinanze dei centri di servizio.

Riteniamo fondamentale anche ragionare su un'offerta formativa completa di attività extrascolatiche per i nostri ragazzi, integrando le sedi scolastiche con gli impianti sportivi di Villa Segafredo, zona particolarmente tranquilla e a misura di bambino.

Altro aspetto importante è il sottopasso alla linea ferroviaria Bassano-Padova sulla SR245 Castellana, tra via Garibaldi e via Ca' Minotto, tema spesso discusso ma mai concretizzato dalle passate amministrazioni. Per tale progetto abbiamo avuto modo di lavorare ad uno studio di fattibilità con l'aiuto di alcuni professionisti.

I temi sul piatto sono molti: la valorizzazione dei quartieri e dei comitati delle frazioni, che in sinergia con le associazioni possono offrire dei veri e propri servizi di vicinato al cittadino; un punto fondamentale è anche il maggior coinvolgimento dei cittadini nei processi decisionali dell'amministrazione riguardanti le opere pubbliche e i servizi. Da sempre ci facciamo paladini della democrazia diretta: basta decisioni calate dall'alto, è questo atteggiamento ad aver allontanato i cittadini dalla politica, non si sentono ascoltati.

Presente alla serata di ieri anche il sindaco uscente m5s di Mira, Alvise Maniero, a testimonianza di quanto fatto nei suoi 5 anni di amministrazione.

A chiusura della presentazione del programma, Alvise lancia alcuni messaggi: "Non è facile amministrare, ma non crediate che serva una laurea in Business Management, come molti vogliono far credere per darci degli incompetenti. Si tratta solo di avere l'umiltà di mettersi a tavolino ad analizzare i bilanci e i documenti, e fare ciò che farebbe un padre di famiglia per far quadrare i conti."
"Ho apprezzato molto il tema dell'educazione civica nelle scuole, perché quando parli ai bambini non puoi mentire e senti dentro di te una responsabilità nei loro confronti, ed una cosa che ti pulisce dentro".
E infine "Guardate negli occhi i candidati, e chiedetevi a chi dovranno rendere conto. Noi del Movimento siamo abituati a finanziare le nostre campagne elettorali con quei pochi euro che le persone ci donano col cuore ai banchetti. Qualcun altro magari riceve somme sostanziose, e si sa - nessuno ti dà niente se non vuole qualcosa in cambio".

Il programma c'è, la squadra è pronta ed è composta da: Gianluca Cecchin 46 anni, Quartier Cremona Responsabile Commerciale Prodotto, Nicola Bisinella 27 anni Quartier Cremona Imprenditore Informatico, Ilaria Arcopinto 40 anni Sant'Anna Impiegata Contabile, Darmin Hadzič 44 anni Quartier Nuovo Camionista, Barbara Guidolin 41 anni Travettore Assistente OSS, Marta Signor 26 anni Sant' Anna Studente, Giuseppe Bordignon 48 anni Sant'Anna Impiegato Tecnico, Maria Bisinella 18 anni Quartier Cremona Studente, Christian Pegoraro 32 anni Sant'Anna Operaio Elettricista, Angelo Tessarolo 55 anni Quartier Carpellina Impiegato Tecnico e Responsabile Settore Giovanile Travettore, Annamaria Pivotto 49 anni Quartier Tigli Matteotti Negoziante, Sara Lazzarini 44 anni Quartier Cremona Fisioterapista, Diego Piotto 46 anni Sant'Anna Tecnico del Suono.

Confidiamo nella fiducia dei cittadini rosatesi di saper accogliere il cambiamento e come disse Alvise in conclusione "Se al supermercato spendiamo magari 30 secondi o quei 2 minuti per guardare gli ingredienti di un prodotto, perchè sappiamo che quelllo che si mangia oggi cammina domani, ecco anche quello che voto oggi cammina domani".

Commenti

Post popolari in questo blog

Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri

A seguito del Consiglio Comunale di Lunedì scorso, riprendiamo un celeberrimo motto da un romanzo dello scrittore Orwell , che con le sue opere ha saputo raccontare e criticare la realtà delle dittature . Perché? Perché la partecipazione al Consiglio Comunale è diventata ormai una farsa . Così come i maiali della " Fattoria degli Animali "  da buoni amministratori diventano col tempo degli spietati dittatori che reprimono qualsiasi dissenso, così la maggioranza rosatese tratta le opposizioni. La dignità e il rispetto sono continuamente calpestate e le minoranze sono praticamente derise, anche quando la maggioranza sa di essere in fallo. Dopotutto chi se ne accorge? Non sembra esserci molto interesse sui retroscena dell'amministrazione comunale, né da parte dei cittadini (così come le pecore del romanzo), né da chi potrebbe riportare al pubblico determinate questioni, risvegliando le coscienze. Ormai la cittadinanza è assuefatta dal meccanismo della delega , divenuta una

Il TAR si è pronunciato: Il comune di Rosà è tenuto a risarcire

Un importante progetto ne è andato di mezzo, l' illuminazione pubblica . Siamo ad un nuovo capitolo di un caso che forse tanto isolato non è. Il Comune di Rosà dopo aver aperto un bando di gara e ricevuto le varie proposte ha pensato di accettare un cambiamento del preventivo all'ultimo momento. E indovinate chi ha vinto la gara? Avete capito giusto, proprio questa fortunata azienda F.lli Carollo Srl. Dopo essersi vista approvare il preventivo, hanno pensato di innalzarlo per giusta causa da 549.266 euro a 715.864 euro, violando il principio di immodificabilità dell’offerta e della par condicio tra i partecipanti. Il TAR di Venezia ha accolto il ricorso della seconda ditta classificata e ha condannato il Comune e Flli Carollo a pagare le spese processuali annullando tutti gli atti di gara . Questa sentenza non può passare inosservata! Visto il “modus operandi” dobbiamo preoccuparci anche per gli altri appalti e subappalti che il Comune sta facendo? Il M5S di Rosá è vig

12 Maggio - "Non uno ma ben due guanti di sfida alle liste in corsa per le amministrative rosatesi"

Venerdì 12 Maggio p.v. ci sarà la presentazione del programma elettorale della lista pentastellata a cui tutta la cittadinanza rosatese è invitata. Precisa il candidato sindaco "Abbiamo voluto presentare il nostro programma un giorno prima della data ultima di presentazione ufficiale delle liste, appunto per lanciare un guanto di sfida. La sfida è sui temi, sui contenuti che ogni lista deve portare alla cittadinanza. Già 5 anni fa si è fatto il gioco del tira e molla tra liste per stabilire chi diceva meglio lo stesso identico punto del programma. Questa volta vogliamo essere noi a dire agli altri, copiateci , ne saremmo onorati". E con il guanto ancora in mano, il laureato alla Ca' Foscari Stragliotto "Con la serata di Venerdì, vogliamo dire a tutti i rosatesi: se ci darete la possibilità noi possiamo realizzare tutti questi punti e guardate che lo faremo sul serio! " afferma sorridendo il candidato sindaco grillino. Inoltre, nella serata sarà p